Pensieri sparsi

Voglio vivere nella tempesta di un giorno che volge le spalle al cielo.
Voglio assaggiare le lacrime del cielo e dissetare la mia pelle graffiata dal vento.
Voglio urlare al vento e sfidarlo ad abbattere i muri che le anime hanno costruito.
Voglio piangere il dolore di un mondo che non si ama e poi lavare l’onta del tradimento con l’ira funesta del mare.
Voglio sentire il vagito della vita che non abbiamo mai avuto il coraggio di vivere.

Giorgia