Sul lago

Inseguo instancabile
L’accecante bagliore
Riflesso sull’acqua
Scintille di luce
Accendono la liquida seta
Ingannano la vista
E guariscono lo spirito

La barca leggera
Scivola muta
Su cristalli sciolti
Fumante si alza
Una tiepida caligine
Che avvolge il lontano
Di misterioso stupore

Il remo si abbassa
Gorgoglio sommesso
Si rende compagno
Di eccelsa solitudine
Non so trasformare
Quello che sono
In quello che è.

Annabelle Lee

Sogno o son desto?

Ovunquemente si leggono frasi sui sogni, sul sognare e sul non smettere mai di credere ai propri sogni.

Io, invece, voglio un manuale che mi spieghi come realizzare tutti i sogni che ho in testa, e non nei cassetti.

Toh, non esiste.

Esistono delle guide per rinfrancare anima, corpo, cuore; per solidificare la fiducia in sé o stimolarla o farla venire a galla o… crearla, nel peggiore dei casi.

Io non voglio tutta questa letteratura che insegna in modo univoco, senza distinzioni di sorta, come diventare straordinari, felici, belli, sicuri di sé e con i sogni a portata di mano.

Ora, se i sogni sono a portata di mano, che ti costa realizzarli?

La paura mi blocca.

La timidezza è il mio tallone d’Achille.

Non ne ho il tempo.

Non ne ho la possibilità.

E allora non sognare.

Smettila di crearti illusioni che tali resteranno e che diventeranno solo delusioni.

Se vuoi davvero qualcosa, lo fai.

Le conseguenze? Si affrontano.

Le paure? Si superano.

La timidezza? Si sfrutta come leva per arrivare dove si vuole arrivare in modo meno sfrontato e più gentile.

Non esiste nulla di impossibile. Siete voi che siete impossibilitati a farlo.

Giorgia