Ode d’amore

Mentre tutti vantano
Un cuore spezzato
Io sciolgo il mio
Nel pensiero di te
Come ti amo!
Scialbe parole
Di versi maldestri
Buoni a niente
Dinanzi all’immenso
Di quel sentimento
Come ti amo!
Qual vuoto intorno
Che arido posto
È mai questo mondo
In cui non ci sei?
Che inutili fremiti
Di tiepida fiamma
Sentirò per chiunque
Che non sia te?
Amaro destino
Nell’amare invano
L’idea d’amore
Che risiede in me.

Annabelle Lee

A Luisa

Di senso e di carne
è l’amore del sangue,
che è sangue del sangue
indefesso e sicuro.
Non ha cedimenti.
Non ha pentimenti.
Non cresce, non muore.
Inflessibile e ferreo
non chiede riscontri,
non lotta e non cede.
È il sangue che crede.
È un atto di fede.
Di sabbia e di vento
è l’amore del cuore,
che è cuore del cuore
che pensa e che sente.
Che corre, combatte,
che chiede, rincorre.
Si ferma, riparte.
Si chiede, risponde.
Si pente, si pente…
Ma poi si riprende.
L’amore del cuore,
che è cuore del cuore,
si apre all’eterno,
riscrive parole,
rifonda l’inferno,
affonda il banale,
e crea l’immortale.

Loredana Conti