Eroine Silenziose

Eroine. Donne che hanno, in qualche modo, mutato il corso degli eventi.

Pittrici che hanno lottato per essere riconosciute e, anche se non ce l’hanno fatta, non hanno smesso di credere in ciò che facevano. Artemisia Gentileschi, una delle tante.

Scrittrici costrette a scrivere sotto pseudonimo maschile solo per riuscire a farsi leggere. Scartate a priori se qualcuno avesse pensato che dietro a cotanto talento ci fosse stata una donna. Harper Lee, le sorelle Brönte e molte altre.

Ingegneri e scienziate specializzate nei ranghi più disparati, che hanno decriptato codici, dato vita a nuove tecnologie, scoperto e sviluppato teorie e teoremi tutt’oggi noti, salvato vite, studiato virus e relative cure. Rita Levi Montalcini, chi non la ricorda?

Insegnanti, studiose di ogni genere, operaie, mamme, medici.

Donne che hanno cambiato la storia, che sono arrivate a noi, che con le loro lotte si sono distinte.

Ci sono anche altre donne.

Eroine silenziose, che hanno salvato vite, cambiato il corso degli eventi e che hanno dimostrato, ancora una volta, la forza insita in un qualcuno che il mondo ha relegato in un angolo etichettando il contenitore: femmina, sesso debole…

Nessuno le conosce.

Qualche nome emerge a seguito di ricerche estenuanti.

Eppure sono importanti.

Come la donna che salvò un luminare dai rastrellamenti tedeschi, permettendogli di essere il padre del Centro Grandi Ustionati e uno dei fondatori del CTO (Centro traumatologico Ortopedico).

Come la madre che donò midollo osseo e un rene per salvare il figlio.

Come la donna che lottò per i diritti delle lavoratrici.

Come ognuna di voi, che ogni giorno combatte, ogni giorno tenta di vincere una guerra contro i pregiudizi, le mentalità sempre troppo antiche e le esigenze di un mondo che senza di lei diverrebbe vecchio e morente, ma con lei non sa come esistere.

Giorgia

Pubblicato da

Blogentheos

Leggere è cool.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...